chi siamo

2

Nel settembre 2010, con un contributo di un anno della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità – UNAR, inizia a prendere forma La Kumpania, Percorsi Gastronomici Interculturali.

Nell’anno 2011-2012, la Kumpania ha ricevuto il sostegno dell’Open Society Foundation – OSI e premi internazionali come Premio Innovazione Sociale nell’ottobre 2011 promosso da Unicredit Foundation e Premio Innovazione Sociale nel dicembre 2011 promosso da Unaoc e BMW Group.

In seguito ad un percorso che ha portato all’elaborazione di un business plan, il 3 giugno 2013 chi rom e…chi no vince con la Kumpania il premio di innovazione sociale “Naples 2.0” per la creazione di un’impresa sociale, promosso da Unicredit Foundation e Fondazione con il Sud, ricevendo un contributo che permette lo start-up della prima impresa sociale interculturale formata da rom e italiani.

La Kumpania, riunisce oggi un gruppo di professionisti nel campo dell’educazione, della ricerca e del diritto che, insieme ad un gruppo di donne rom e italiane di Scampia, lavorano nel campo della gastronomia interculturale.

Il percorso rientra in un intervento più ampio nel quale si uniscono alla cucina – come strumento di emancipazione sociale, economica e professionale – l’esperienza interculturale, la lotta alle discriminazioni etniche e sociali, la sperimentazione di modelli di economia e produzione eco-sostenibile, la valorizzazione degli spazi e le attività dedicate all’infanzia.

A partire dal potenziamento delle competenze e la valorizzazione dei saperi per superare le difficoltà di accesso al lavoro, si promuovono in maniera trasversale processi pedagogico-culturali in grado di incidere sul piano della in/formazione per sensibilizzare e diffondere, attraverso concrete e positive esperienze, una cultura che rispetta le differenze e le minoranze.

In un contesto fortemente deprivato, abbiamo introdotto l’idea del lavoro come parte integrante dei percorsi di vita, inserito nei tempi e nei ritmi quotidiani di ciascun individuo. Con la Kumpania abbiamo sperimentato come la cucina sia diventata un potente veicolo di incontro tra donne rom e italiane, che sono riuscite nel corso dei diversi mesi di progetto ad abbattere stereotipi e pregiudizi negativi reciproci, a considerare le diversità una ricchezza per la collettività e a privilegiare il lavoro di gruppo, unite in una progettazione comune che ha acquisito forza e lungimiranza.

Il recupero di un rapporto sano con il cibo, l’alimentazione, l’ambiente circostante, la valorizzazione del patrimonio gastronomico e la contaminazione delle esperienze, la spinta all’aggregazione e la ricerca di passioni comuni sono tutti elementi che hanno contribuito alla nascita della Kumpania.

Le donne che hanno intrapreso il percorso sono accomunate dalla volontà di costruire coraggiosamente e in maniera sperimentale un processo di emancipazione verso un’autonomia personale e professionale dimostrando di essere capaci di “rischiare”, in termini di tempo, di fuoriuscita dai propri contesti abituali – il campo, il rione, il focolare domestico – di confronto e messa in discussione continua.

Nell’aprile 2013 La Kumpania si è costituita in una srl a capitale ridotto – Impresa sociale – i cui soci fondatori sono alcuni dei membri fondatori di chi rom e…chi no. Tra i risultati raggiunti, in un quartiere complesso come Scampia, l’inaugurazione di uno spazio interculturale – CHIKÙ Gastronomia Cultura Tempo libero – in cui scambiare buone pratiche, mettere in rete le esperienze, ampliare gli scenari locali in relazione alla comunità di azione internazionale, scommettere su una pratica in grado di promuovere la cultura della pluralità, della contaminazione e della diversità in termini di prospettive di autonomia e sostenibilità economico-commerciale.

Lo spazio individuato, nel polo dell’Auditorium di Scampia, diventa così un nuovo luogo liberato aperto e fruibile nel quartiere, in continuità con il lavoro sullo spazio pubblico e di ribaltamento della dicotomia centro-periferia, a cui chi rom e… chi no dedica da anni riflessioni e azioni, attraverso il quale la periferia si scrolla di dosso le accezioni negative e diventa centro propulsore di cultura, emancipazione collettiva, trasformazione, accoglienza per i bambini, i giovani e le famiglie.

La nuova impresa sociale si basa sul patrimonio dell’associazione chi rom e…chi no e del consolidato lavoro sul territorio e in rete con enti ed associazioni presenti sul territorio nazionale e internazionale. Il connubio tra le due organizzazioni intende inaugurare una dimensione di reciproca sostenibilità e sviluppo di idee e progetti aventi carattere innovativo da un punto di vista culturale, economico, artistico, di produzione, ricerca e sviluppo.

Nel corso del progetto, è stato realizzato un percorso formativo e culturale nell’ambito della gastronomia multiculturale e dei processi pedagogici e antidiscriminatori rivolto ad un gruppo di 12 donne rom e italiane finalizzato alla costituzione del gruppo e la formazione professionale di base nell’ambito della ristorazione con particolare attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile, dell’agricoltura biologica e del commercio equo e solidale; percorsi di alfabetizzazione per l’acquisizione di competenze linguistiche; formazione base nell’ambito della costituzione di imprese; organizzazione e partecipazione periodica a manifestazioni pubbliche cittadine formali e informali in diversi luoghi e spazi pubblici della città di Napoli, Venezia, Firenze, Roma, Milano, Portici, Avellino.

Nelle occasioni di partecipazione pubblica, La Kumpania ha offerto servizi di catering con la preparazione di pietanze tipiche della tradizione napoletana e romanì e altre ricette innovative, nate dall’incontro delle diverse tradizioni culinarie.

Sono stati realizzati parallelamente laboratori pedagogico-culturali rivolti ai figli delle donne coinvolte per garantire la loro partecipazione a tutte le iniziativa di carattere formativo e promozionale.

Il percorso formativo è stato documentato attraverso l’osservazione e la raccolta di storie ed esperienze per la scrittura collettiva di un libro di ricette accompagnate dai racconti e le storie delle donne protagoniste, dal titolo

“La Kumpania. Sul filo del rischio e della poesia”.

 

© 2017 la kumpania srls tutti i diritti riservati - login